In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Mercato del libro conferma il segno positivo

 

plpl17-ap
Nei primi 10 mesi dell’anno una crescita dell’1,5% delle vendite nei canali trade. I dati della ricerca Nielsen per AIE saranno presentati a Più Libri Più Liberi che si terrà a Roma dal 6 al 10 dicembre.




 

Il mercato del libro di carta conferma la sua ripresa. Nei primi dieci mesi dell’anno registra nei canali trade (librerie, online con l’esclusione di Amazon e grande distribuzione) una crescita del fatturato del +1,5%, passando a 913,6 milioni di euro (+13,4 milioni rispetto allo scorso anno), rispetto allo stesso periodo del 2016.

È atteso per il periodo di Natale anche il recupero sul dato delle copie di libri venduti, -1% nei primi dieci mesi del 2017. Sono questi i primi dati dell’indagine, realizzata da Nielsen per l’Associazione Italiana Editori (AIE), sul mercato del libro e sulla piccola e media editoriaplpl17-campagna in Italia che sarà presentata nell’ambito dell’incontro, organizzato da AIE in collaborazione con Aldus e Nielsen, Essere piccolo in un mondo sempre più grande, in programma il 6 dicembre alle 15.30 nella Aldus Room a Più libri più liberi, la fiera nazionale della piccola e media editoria, in programma fino al 12 dicembre al Roma Convention Center La Nuvola. Le cifre saranno anche la base del confronto tra Alessandro Gallenzi (Alma Books Ltd), Renata Gorgani (Il Castoro), Petra Kavčič (BeletrinaAcademic Press), Monica Manzotti (Nielsen) e Urpu Strellman (Helsinki Literary Agency), introdotti da Gregorio Pellegrino (Effatà, Consiglio Piccoli editori AIE) su come la piccola e media editoria indipendente si sta muovendo in altri mercati europei.

Ma la piccola e media editoria ha fatto meglio o peggio rispetto alla media del mercato?

Cambiamento è parola chiave anche per le librerie, sia italiane che straniere, indipendenti e di catena. Nell’incontro Quando le librerie cambiano il volto in programma sempre il 6 dicembre plpl16alle 16.30 nell’Aldus Room si parlerà di come le librerie possono trovare delle forme innovative per avviare la loro attività, per stare sul mercato e anche per valorizzare la produzione dei piccoli e medi editori. Ne discuteranno Mariana Marenghi (Il Covo della ladra, Milano), Rosario Marotta (Libreria La Scugnizzeria, Scampia-Napoli), Giovanni Peresson (AIE)  e Barbara Pieralice (Libreria Nuova Europa), introdotti da Lorenzo Armando (Lexis Compagnia editoriale in Torino, Consiglio Piccoli editori AIE).

E come dovranno cambiare le politiche distributive e la qualità del servizio per una piccola e media editoria? La ricerca comune – di editori, distributori, promotori, librerie – di una maggiore efficienza rappresenta l’inevitabile percorso da seguire. Il tema verrà affrontato in un incontro/workshop Dalle condizioni commerciali alla ricerca dell’efficienza distributiva in programma il 6 dicembre alle 17.30 al quale parteciperanno Angela Di Biaso (Messaggerie), Cristina Giussani (Libreria Mare di Carta) e Diego Guida (Presidente Piccoli editori AIE).

L’ingresso ha costi articolati, le informazioni sono sul sito. Il programma cultura e professionale di Più libri più liberi è consultabile sul sito della manifestazione.

 

 

 

Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sabato, 16 Dicembre 2017 23:18:54

 

Anatomia-slogan265

vai

 

editoria-digitale
vai →

 

 

aEa

vai

free-ebook

vai 

 

 

I blog di LO

Esegui Login o registrati




 


siamo qui grazie a :
AGISLAB-MI 
 


MarinaMayer sett2012

Il Blog di Marina Mayer
vai → 

La Profezia della Stella  

 

 


Pensieri che condividiamo
Wilde-pensieri 
 Non esistono libri morali o immorali. 
I libri sono scritti bene o scritti male. 
Questo è tutto.
Altri...    —leggi 

 


Save the Children
save-the-children 
 Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 

 




FacebookTwitterLinkedIn